Bistecchiera in pietra: rivestita o in pietra naturale?

bistecchiera in pietraNegli ultimi anni abbiamo visto spopolare in TV set di padelle o bistecchiere in pietra. Ma cosa si intente esattamente per bistecchiera in pietra? Spesso infatti dopo l’acquisto ci accorgiamo che in realtà la padella è in alluminio. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su questo argomento.

 

 

 

Bistecchiera pietra: cosa si intende?

Con bistecchiera in pietra in realtà ci si riferisce a due modelli di bistecchiera diversi tra di loro.
Con bistecchiera in pietra vera ci riferiamo a quei modelli realizzati al 100 % in pietra. La pietra può a sua volta essere lavica od ollare. Quali sono i vantaggi? In entrambi i casi si parla di bistecchiere antiaderenti, molto utili se si vuole seguire una dieta priva di grassi. Infatti, la loro naturale antiaderenza ti permette di cuocere i cibi senza l’aggiunta di grasso. Inoltre la pietra naturale tende a conservare per molto tempo il calore, mantenendo caldi i cibi anche una volta spenta la fiamma. Oltre a permetterti di cucinare in modo sano, la bistecchiera in pietra è molto bella anche da vedere. Alcuni modelli presentano una struttura d’acciaio che permette di inserire due piccoli fornelli al di sotto della pietra, così da portare l’intera struttura a tavola per un effetto scenografico d’effetto.

 

Bistecchiera pietra ollare

La pietra ollare si presenta agli occhi di colore verde scuro con sfumature di grigio. Viene molto adoperata per creare utensili per la cucina, perché è possibile utilizzarla senza l’ausilio di grassi. Questo la rende ottima se si segue una dieta ipocalorica. Un’altro vantaggio è dato dal fatto che, a differenza di quanto avviene in una brace, i grassi scioltisi durante la cottura, non colano sul fuoco. Questo evita la formazione di sostanze tossiche per il nostro organismo. Infine, visto che anche l’occhio vuole la sua parte, l’effetto che dà una pietra ollare è sicuramente d’effetto.

 

Bistecchiera in pietra lavica

Anche la pietra lavica offre le stesse identiche caratteristiche offerte dalla bistecchiera in pietra ollare, quindi antiaderenza, nessuna formazione di sostanze nocive ed effetto scenografico assicurato. La differenza la si nota molto nell’aspetto. Le bistecchiere in pietra lavica sono infatti nere.

Entrambi i modelli hanno come difetto quello di metterci molto tempo a riscaldarsi e a raffreddarsi, anche se, grazie a quest’ultima caratteristica, non avremo difficoltà a portare le pietanze preparate con la pietra in tavola, senza aver paura che possano raffreddarsi.

 

Bistecchiere rivestite in pietra

Se i modelli di cui abbiamo parlato sopra sono in pietra, cosa hanno a che fare con la pietra le padelle rivestite? Come dicevamo all’inizio, molto spesso con padelle in pietra si indicano comuni padelle in alluminio. In realtà queste padelle sono solitamente di ottima qualità, realizzate con alluminio pressofuso e rivestite con materiale antiaderente addizionato con particelle minerali. Questo rivestimento particolare, in alcuni casi risulta essere anche più efficiente rispetto al comune teflon, in quanto più resistente a graffi e ad usura. Tra le migliori bistecchiere rivestite in pietra troviamo quelle firmate Stoneline.

Quale scegliere?

A questo punto ti starai chiedendo quale sia la bistecchiera migliore in pietra. In realtà ci troviamo difronte a due utensili davvero ottimi. In entrambi i casi l’antiaderenza è assicurata. La differenza sostanziale in termini di utilizzo risiede nel peso e nella delicatezza della bistecchiera in pietra vera. Se infatti non utilizzata correttamente la pietra potrebbe iniziare a lesionarsi per poi rompersi definitivamente. Se invece avere un elettrodomestico con cui poter regolare la temperatura, puoi dare un’occhiata a “bistecchiera Rowenta“, dove potrai trovare diversi modelli di bistecchiere elettriche.

Per quanto riguarda i prezzo, sono vari e dipendono soprattutto dalle dimensioni della piastra e dalla presenza o meno di una struttura in metallo.

Eccoti le migliori offerte dedicate alle bistecchiere in pietra. Per verificare che siano ancora attive, ti basta cliccarci sopra.
Ultimo aggiornamento: 25 settembre 2017 13:22